Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Cronaca » Processo Ruby, il dispositivo della sentenza I nomi dei trenta testimoni ‘sospettati’ di falso
Cerca la tua anima gemella
Processo Ruby, il dispositivo della sentenza I nomi dei trenta testimoni ‘sospettati’ di falso

Processo Ruby, il dispositivo della sentenza I nomi dei trenta testimoni ‘sospettati’ di falso

MILANO – Una sentenza letta in tre minuti dal presidente del collegio giudicante del processo Ruby, Giulia Turri, sancisce la condanna di Silvio Berlusconi a 7 anni di reclusione e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per concussione per costrizione e per prostituzione minorile. Ecco il testo integrale della sentenza.

La presidente Giulia Turri mentre legge il verdetto (fotogramma)

“Visti gli articoli 521 comma 1 (sulla correlazione tra l’imputazione contestata e la sentenza, prevede che il giudice possa dare al fatto una definizione giuridica diversa da quella enunciata nell’imputazione, ndr), 533 (condanna dell’imputato, ndr) e 535 (condanna alle spese, ndr) del codice di procedura penale dichiaro Silvio Berlusconi colpevole dei reati a lui ascritti, qualificato il fatto di cui al ‘capo a’ (concussione, ndr) dell’imputazione come concussione per costrizione (..) e ritenuta la continuazione, lo condanna alla pena di sette anni di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali”.

“Visti gli articoli 317 bis (sulle pene accessorie, ndr), 29 e 32 del codice penale (che disciplinano i casi nei quali alla condanna consegue l’interdizione dai pubblici uffici e quella legale, ndr) dichiara l’imputato – prosegue il dispositivo – interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, nonchè in stato di interdizione legale durante l’espiazione della pena. Visto l’articolo 240 del codice penale, ordina la confisca dei beni sequestrati a Karima el-Mahrug e Luca Risso”.

Quindi l’elenco dei testimoni i cui verbali saranno trasmessi alla Procura della Repubblica perché valuti nei loro confronti una accusa di falsa testimonianza. Oltre al consigliere per la politica Estera dell’ex premier, Valentino Valentini, alla deputata Pdl Maria Rosaria Rossi, alla europarlamentare Licia Ronzulli, c’è anche il giornalista Carlo Rossella. L’elenco completo comprende poi Antonio Passero, Michelle Conceicao, Serena Facchineri, Bruno Archi, Giuseppe Estorelli, Giorgia Iafrate, Barbara Faggioli, Lisney Barizonte, Joana Visan, Cinzia Molena, Marianna Ferrara, Manuela Ferrara, Miriam Loddo, Joana Claudia Arminghioali, Francesca Cipriani, Eleonora e Concetta De Vivo, Marystelle Polanco, Raissa Skorkhina, Roberta Bonasia, Giorgio Puricelli, Renato Cerioli, Lorenzo Brunamonti, Mariano Apicella, Danilo Mariano e Simonetta Losi.

Il tribunale ha disposto inoltre “la trasmissione al consiglio dell’ordine degli avvocati di Milano per le valutazioni di competenza ai sensi dell’articolo 391 bis del codice di procedura penale, commi 3 lettera “e”, 4 e 6, degli atti relativi all’incontro del 6 ottobre 2010 tra Karima el-Mahroug e l’avvocato Luca Giuliante”. I giudici hanno indicato infine in 90 giorni il termine per il deposito delle motivazioni della sentenza.

L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com