Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Celebrita » Ruby bis, Mora scarica Berlusconi: “Abuso di potere e degrado” ad Arcore
Cerca la tua anima gemella
Ruby bis, Mora scarica Berlusconi: “Abuso di potere e degrado” ad Arcore

Ruby bis, Mora scarica Berlusconi: “Abuso di potere e degrado” ad Arcore

Solo due giorni fa al Fatto Quotidiano aveva detto che il Cavaliere, suo storico e generoso amico, era più buono di papa Wojtyla. Oggi, al processo Ruby bis, l’ex agente dei vip dice di condividere quello che ha letto sui giornali

Il mea culpa di Mora arriva dopo la condanna del leader del Pdl a 7 anni per concussione e prostituzione minorile per quelle serate ad tasso erotico. “Io ne sono stato passivo concorrente ma oggi non voglio più mangiare cibo avariato e lascio il compito di chiarire ai miei difensori”. Oltre ad aver ammesso di aver portato alcune ragazze ad Arcore, ma sottolineando di non averle mai costrette, Mora ha aggiunto: “è vero, ho ricevuto un prestito da Berlusconi tramite Fede con cui potevo salvare la mia società”. Per i fatti di bancarotta, ha concluso, “mi sono assunto le mie responsabilità, per quelli di questo giudizio valuterete voi giudici” ha aggiunto l’ex talent scout.

”E’ vero ho partecipato alle feste di Silvio Berlusconi ad Arcore, è vero ho accompagnato alle cene alcune ragazze, ma non ho mai voluto condizionarle, non ho mai giudicato i loro comportamenti e non ho mai orientato le loro condotte con costrizione”. Mora ha anche voluto sottolineare che rispetta e non contesta “l’attività di indagine della procura”.

All’inizio dell’udienza, prima che prendessero la parola per l’arringa i suoi difensori, gli avvocatiGianluca Maris e Nicola Avanzi, Mora ha letto una breve dichiarazione spontanea. Ha esordito dicendo di voler pronunciare solo “poche parole per non violare il silenzio che mi sono imposto e che per me è l’unica condotta dignitosa”. Ha spiegato più volte che nel periodo trascorso in carcere, per l’accusa di bancarotta, “ho avuto modo di pensare a lungo, perché il carcere ti impone una pausa”. L’ex talent scout ha detto di aver pensato alle tante polemiche aggressive del passato e ha chiesto scusa in particolare ai giornalisti e in particolare al conduttore di ‘Piazza Pulità Corrado Formigli. “Mi vergogno – ha spiegato – di tante polemiche che ho fatto in passato contro i giornalisti e i comunisti e voglio chiedere scusa senza se e senza ma”. L’ex manager dei vip ha detto di voler “uscire da questa bufera infernale che mi ha tolto la luce”.

L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com