Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Politica » Letta: “Accelerare pagamenti a imprese”. Caso Ablyazov, “indagine senza ombre”
Cerca la tua anima gemella
Letta: “Accelerare pagamenti a imprese”.  Caso Ablyazov, “indagine senza ombre”

Letta: “Accelerare pagamenti a imprese”. Caso Ablyazov, “indagine senza ombre”

Il premier al question time della Camera. Debiti della pubblica amministrazione, “velocizzare il saldo per pagare tutto”. E solleva interrogativi sull’espulsione della moglie e figlia dell’uomo d’affari kazako

 

Enrico Letta

ROMA - Velocizzare i pagamenti nei confronti delle imprese e lotta senza quartiere all’evasione fiscale: Enrico Letta ribadisce l’impegno del governo durante il question time alla Camera, dedicato a diversi argomenti. E, per la prima volta, avanza dubbi sul rimpatrio forzato della moglie e della figlia dell’uomo d’affari kazako Mukhtar Ablyazov. “Voglio un’indagine accurata e senza ombre”, dice il presidente del Consiglio, ammettendo la presenza di diversi interrogativi sulla vicenda. “Emergono contrasti tra le diverse ricostruzioni che rendono ineludibili ulteriori approfondimenti”, sottolinea il premier.

Debiti PA, accelerare pagamenti a imprese. In cima alle preoccupazioni del governo c’è la necessità di dare una boccata di ossigeno alle aziende. “Già nei prossimi giorni valuteremo tecnicamente le opportunità per accelerare e completare il pagamento dei debiti pregressi” della Pubblica amministrazione nei confronti delle imprese, assicura Letta.

Una risposta al capogruppo del Pdl Renato Brunetta, che poco prima lo aveva chiamato in causa direttamente: “Chiedo che lei personalmente si occupi del decreto pagamenti per la pubblica amministrazione. Il pagamento può essere la chiave per far uscire l’economia dalla crisi”, aveva detto Brunetta, sollecitando un intervento del presidente del Consiglio per sbloccare la burocrazia che “sta mettendo i bastoni tra le ruote”.

“Il governo considera il tema come la base essenziale perché la ripresa economica arrivi nel nostro paese nell’ultimo trimestre 2013″, ha replicato Letta. “Occorre dare una pronta e rapida attuazione a quanto previsto nel decreto, e verificare ogni spazio per consentire accelerazione. Laddove previsto, il pagamento procede. Seguo e seguirò passo passo la questione, personalmente, per rimuovere ogni ostacolo”, ha assicurato: “c’è un impegno diretto mio e di tutto il governo per accelerare il pagamento dei debiti già individuati e completare il pagamento dei pregressi”.

Lotta all’evasione e fisco amico. Il presidente del Consiglio ha confermato l’impegno del governo contro l’evasione fiscale: “Sarà lotta senza quartiere”, ribadisce. “Vogliamo fare ancora meglio con interventi immediati mirati sia ad intensificare l’attività di contrasto all’illecito sia migliorare il rapporto tra fisco e cittadini. Il fisco deve essere amico soprattutto dei cittadini che sono in difficoltà”, ha detto Letta alla Camera. “Si tratta inoltre di una lotta che va combattuta in sede internazionale, contro per esempio i paradisi fiscali”, ha aggiunto.

Piano d’attacco per il lavoro. Per quanto riguarda l’emergenza lavoro, Letta parla di un piano d’attacco complessivo, che riguarda giovani e non: “Il lavoro per i giovani è al centro dell’attenzione del governo”, “abbiamo approvato un piano straordinario per l’occupazione giovanile” e “l’Italia ha partecipato al piano europeo che è fondamentale e che adesso dobbiamo applicare”, ha detto il presidente del Consiglio. In autunno, spiega Letta, ci sarà una seconda fase di interventi, ma ora serve un “piano d’attacco” su temi come la “garanzia per i giovani”, la “riduzione del cuneo fiscale e contributivo” e il “riequilibrio delle diseguaglianze crescenti nel nostro paese”. Tutto questo, ha concluso Letta, è “l’impegno principale che mi prendo qui e per il quale vive e lavora il governo”.

Caso Ablyazov, “voglio indagine senza ombre”. Il presidente del Consiglio affronta il caso Ablyazov, ammettendo che nella vicenda dell’espulsione dall’Italia verso il Kazakistan della moglie e della figlia minore del dissidente Muktar Ablyazov, avvenuta a fine maggio, ci sono “interrogativi” ai quali si dovrà dare risposta. “Non saranno tollerate né ombre né dubbi”, dice, chiarendo di aver disposto un’indagine “accurata”, a cui “tutte le amministrazioni dello Stato stanno collaborando”, che porti all’accertamento della verità.

Rispondendo alla Camera ad una interrogazione sul caso, Letta parla di “crescenti interrogativi sostanziali che ruotano intorno ai modi e ai tempi attorno ai quali si è svolta la vicenda” del rientro forzato in Kazakistan di Alma Shalabayeva, moglie di Ablyazov, uomo di affari kazako e principale oppositore politico del presidente Narzarbayev, e della figlia di sei anni.

Immigrati. Dopo la storica visita del Papa a Lampedusa, il premier rileva che “il bisogno di sottrarsi a persecuzioni e conflitti è sacrosanto” e, rispondendo a un’interrogazione Sel sul diritto d’asilo, si richiama alle parole di Bergoglio, sottolineando che “da Papa Francesco è arrivato un gesto straordinario e un messaggio che dobbiamo recepire con il massimo impegno”. Letta ha anche annunciato che entro il prossimo anno saranno aggiunti nuovi 8 mila posti nei centri di accoglienza per i rifugiati in Italia.

Caso marò. ”La soluzione positiva per il rientro in patria dei marò è un obiettivo del nostro governo”, dice il premier durante il question time. Letta ha ricordato di aver istituito un “comitato per evitare i problemi di coordinamento, per dire così” riscontrati in passato e di aver chiamato in campo Staffan De Mistura, “che è andato tre volte in India negli ultimi 70 giorni” e al cui lavoro si deve quella “ricostruzione del capitale di fiducia indispensabile” in vista del processo. “Nostro obiettivo è chiudere in modo rapido e equo”, ha detto ancora Letta.

Finmeccanica, De Gennaro scelto senza opacità. I criteri seguiti nella nomina di Gianni De Gennaro ai vertici della Finmeccanica rispondono alle esigenze di una “scelta innovativa contro ogni opacità e per garantire massima trasparenza”, assicura infine il presidente del Consiglio. In particolare, spiega, “il parere dato dall’antitrust ha escluso ogni incompatibilità”.

L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com