Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Scienze » Scoperti nuovi pianeti gemelli della Terra
Cerca la tua anima gemella
Scoperti nuovi pianeti gemelli della Terra

Scoperti nuovi pianeti gemelli della Terra

Si chiamano exoplanet, somigliano alla Terra, e almeno una dozzina sembrano pianeti gemelli del nostro, dove in teoria si potrebbe trovare la vita. Li ha scoperti il telescopio spaziale Kepler, e gli ultimi otto sono stati presentati martedì da un gruppo di scienziati americani. Sono diventati così tanti e interessanti, che gli studiosi chiedono di potenziare i sistemi di ricerca a loro disposizione, proprio per poter esplorare la possibilità che ospitino organismi viventi.

 

Kepler è un telescopio spaziale che cerca di scovare i pianeti di sistemi solari simili al nostro. Le immagini che riprende vengono utilizzate per individuarli attraverso i “transiti”, cioé i loro passaggi davanti alla stella intorno a cui ruotano, che si notano perché diminuiscono la sua lucentezza. Poi gli scienziati fanno dei calcoli per capire quanto sono grandi questi pianeti, a che distanza si trovano dal loro “sole”, e magari ipotizzare anche di cosa sono fatti.

 

Finora Kepler ha individuato oltre mille exoplanet, ma non tutti hanno consentito di raccogliere informazioni sufficienti a catalogarli con precisione. Alcuni di questi “transiti” potrebbero anche non corrispondere all’esistenza di veri pianeti. Degli otto scoperti nell’ultima tornata di studi, però, almeno tre sono stati inseriti con buona certezza nel gruppo di quelli abitabili, e uno di loro, cioé Kepler 438b, è stato giudicato il più simile alla Terra di tutti.

 

Gli scienziati hanno individuato circa una dozzina di pianeti gemelli che potrebbero ospitare la vita. Lo hanno fatto principalmente calcolando la distanza fra loro e le stelle intorno a cui ruotano, che deve essere abbastanza ampia da consentire la presenza dell’acqua, ma non così grande da congelarla. Questo spazio viene chiamato “Goldilocks” zone.

Kepler 438b sembra avere una composizione rocciosa simile a quella della Terra, ma andarla a verificare di persona sarebbe complicato, perché si trova a 475 anni luce di distanza da noi. La frequenza con cui il telescopio sta individuando candidati al titolo di gemelli del nostro pianeta, però, incoraggia gli scienziati a continuare e potenziare le ricerche, nella speranza di provare un giorno l’esistenza della vita oltre il nostro sistema solare.

L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com