Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Ultime Notizie » Egitto, annunciate nuove manifestazioni Ue “rivedrà le relazioni e adotterà misure”
Cerca la tua anima gemella
Egitto, annunciate nuove manifestazioni Ue “rivedrà le relazioni e adotterà misure”

Egitto, annunciate nuove manifestazioni Ue “rivedrà le relazioni e adotterà misure”

IL CAIRO - La repressione e la minaccia del governo ad interim di sciogliere per legge la Fratellanza musulmana non fermano la protesta dei sostenitori del presidente deposto Mohamed Morsi, che annunciano per oggi pomeriggio nuove manifestazioni di protesta contro il “colpo di stato”. E l’Egitto rischia di vivere la quinta giornata di caos e terrore. L’appuntamento, …

Review Overview

VideoTV4

Summary : Il governo ad interim propone di sciogliere la Fratellanza musulmana, ma il movimento islamista non arretra e chiama a nuove proteste di piazza contro "il colpo di stato" che ha deposto il presidente Morsi. In quattro giorni di violenze uccise oltre 750 persone. Ieri sgomberata con la forza la moschea di al-Fatah.

0

I militari nella moschea di al-Fatah (ansa)

IL CAIRO - La repressione e la minaccia del governo ad interim di sciogliere per legge la Fratellanza musulmana non fermano la protesta dei sostenitori del presidente deposto Mohamed Morsi, che annunciano per oggi pomeriggio nuove manifestazioni di protesta contro il “colpo di stato”. E l’Egitto rischia di vivere la quinta giornata di caos e terrore. 

L’appuntamento, fa sapere la “Coalizione anti-golpe” che riunisce tutte le forze a sostegno del ritorno del deposto presidente islamista, è intorno alle 16, quando al Cairo dalle moschee i dimostranti muoveranno verso la sede della Corte costituzionale, nel distretto meridionale di Maadi, e verso piazza Roxy, nel quartiere orientale di Heliopolis, come si legge in un messaggio su Facebook del partito “Libertà e Giustizia”, braccio politico dei Fratelli Musulmani.

Spari Contro Manifestante da un Blindato

[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011614-10ef7f56-10cf-4760-8e19-34621d285dd1.jpg]81
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193010436-2310befe-04c5-4a77-abcf-a671a18280e7.jpg]70
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193010463-152add88-de77-4eb3-bd8c-8b5d8a7f094a.jpg]50
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193010465-c0a4f572-925c-47cf-8044-9fe985683cbd.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193010470-b98cfa6d-363f-4bd6-9deb-10539b9f19f1.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193010473-9c086cc9-c89f-496b-8b36-a3bd09b7e081.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193010501-e7a1fc12-81d4-4e75-a065-775ef95409bd.jpg]50
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011089-3f2ed251-68a4-4478-a6d3-2fbed34f695f.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011232-2134025b-4148-4e9e-9d22-1eaec2d544b5.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011238-4e681ea6-480d-4f7b-9dab-8c7829161a77.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011243-da36e951-b411-41d4-89fe-cb5a19890a2d.jpg]40
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011248-c75e7211-f037-4743-90c6-fcd9db1fd877.jpg]30
[img src=http://mezzogiorno.altervista.org/wp-content/flagallery/spari-contro-manifestante-da-un-blindato/thumbs/thumbs_193011254-a4725a08-7684-4b8b-9b68-c5df2fe6d11a.jpg]40


Sul fronte diplomatico, la Ue annuncia che rivedrà le sue relazioni con l’Egitto nei prossimi giorni. In un comunicato, il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e il presidente della Commissione Jose Manuel Barroso hanno fatto appello a tutte le parti coinvolte di usare moderazione e prevenire ulteriori escalation di violenza. “Assieme agli Stati membri, la Ue adotterà misure mirate a raggiungere tale obiettivo”, si legge nel documento.

“Negli ultimi due anni l’Ue è stata al fianco dell’Egitto mentre si muoveva verso la democrazia, abbiamo incontrato frequentemente i leader e le nuove forze politiche che sono emerse e ci siamo impegnati attivamente”, si ricorda nel comunicato, sottolineando che “gli inviti alla democrazia e al rispetto delle libertà fondamentali del popolo egiziano non possono essere ignorati, e men che mai lavati via con il sangue”. Van Rompuy e Barroso invitano tutti alla “massima moderazione”, ma sottolineano “in particolare la responsablità delle autorità ad interim e dell’esercito per fermare gli scontri”. Poi aggiungono: “Le violenze e le uccisioni di questi giorni non possono essere giustificate né giustificate: i diritti umani vanno rispettati e i prigionieri politici dovrebbero essere rilasciati”.

Da mercoledì, secondo il bilancio fornito dalle autorità, più di 750 persone sono state uccise negli scontri tra le forze di sicurezza e i Fratelli musulmani. E ieri la violenza è arrivata all’interno di un luogo di culto: dopo 15 ore di assedio e una vera e propria battaglia, militari e poliziotti hanno sgomberato la moschea di al-Fatah, in cui si erano asserragliati centinaia di militanti del movimento islamista. Il ministero dell’Interno ha reso noto che al termine dell’operazione sono state arrestate 385 persone. 

Di fronte a una situazione che sembra precipitare sempre più velocemente verso la guerra civile, la comunità internazionale prova a intervenire. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon ha condannato sia le “violente proteste” dei Fratelli musulmani sia “l’eccessivo uso della forza da parte delle autorità in Egitto” e ha invitato alla “massima moderazione e a passare immediatamente a una de-escalation”. “L’orologio politico va solo avanti e non indietro”, ha aggiunto il numero uno del Palazzo di Vetro, che sembra respingere la richiesta della Fratellanza di riportare alla presidenza Morsi.

 ”REBLOG!

 

  • Fiumicino, rientrati in 600, in 1000/1500 hanno rinunciato a partire. Si stima, secondo fonti dello scalo, che siano tra i 1000 ed i 1500 i passeggeri che nelle ultime 24 ore avrebbero dovuto partire per il Mar Rosso e che non l’hanno fatto. Circa 600 invece sono rientrati tra ieri sera e le prime ore del mattino. Restano invece regolari i voli di linea di Alitalia e Egyptair da e per Il Cairo.
    daVideoTV411.18
  • Partito da Fiumicino volo per Marsa: 5 passeggeri. Un solo volo è partito oggi dall’aeroporto di Fiumicino diretto nelle località del Mar Rosso. Si tratta del Mistralair 7M 1073 decollato alle 7.30 alla volta di Marsa Alam. Secondo quanto si è appreso, a bordo si sarebbero imbarcati 5 passeggeri che avrebbero firmato una liberatoria. Ieri una nota della Farnesina aveva sconsigliato i viaggi per l’Egitto a causa della situazione, ormai sull’orlo della guerra civile.
    Dal programma operativo odierno risulta cancellato il volo Blue Panorama diretto a Sharm El Sheikh delle 6.30 e il volo Alitalia per Hurghada delle 15.40. La scorsa notte risultano arrivati a Fiumicino due voli da Marsa Alam mentre altri due figurano cancellati.
    daVideoTV411.16
  • Il ministro Fahmy accusa i media: “Il governo non può accettare una copertura degli eventi in cui la Fratellanza Musulmana e l’esercito siano percepiti come protagonisti ‘equivalenti’ nella crisi”Fahmy says that they can’t accept media reporting Brotherhood + military as equivalent players in this crisis #Egypt Seems central point
  • Il ministro Fahmy: “Riguardo gli incidenti, bisogna distinguere tra violenze frutto di errori, danni collaterali e uso premeditato della violenza”#Egypt FM: regarding the casualties, there’s distinction betw violence which was mistake, collateral damage, or premeditated use of violence
  • Il ministro Fhamy: “L’accertamento dei fatti è in primo luogo per il popolo egiziano che ha il dirittop di sapere, ma necessita ancora di alcuni giorni”#Egypt FM: Fact-finding is primarily for Egyptian people who have a right to know the facts, but mandate not yet finished, needs a few days
  • Durante la conferenza stampa del ministro degli Esteri egiziano, i giornalisti stranieri hanno concentrato le loro domande sulle uccisioni di dimostrantiDuring press conference with FM, foreign journalists appear to be focusing questions on killing of protesters. #Egypt
  • “Dio aiuti i giornalisti stranieri in Egitto. Questa è stata una delle più surreali conferenze stampa del governo che io abbia mai visto (ad eccezione di Libia e Siria, ovviamente)”Wow. God help foreign journalists in #Egypt . That was one of most surreal govt pressers I’ve ever seen (excepting Syria & Libya of course).
  • Il ministro Fahmy: “Quanto è accaduto negli ultimi giorni non può non essere percepito”#Egypt FM Fahmy: What we have seen in the past few days cannot go unnoticed…
  • La chiesa di San Teodoro data alle fiamme dai sostenitori di Morsi a Menia

    @AlyaaGad ST Theodore church burnt by pro-morsi in Menia #Egypt pic.twitter.com/l9CwSSwBtX#ObamaSupportsTerrorism via @CoptyAfandy

  • Il ministro degli Esteri Nabil Fahmy: “Bisogna rispettare la decisione di el-Baradei di dimettersi. Ogni persona ha sia il diritto che la responsabilità di quella decisione”Nabil Fahmy: on ElBaradei, we need to respect man & his reason for resigning. Each person has such right & responsibility 4 decision #Egypt
  • Il ministro degli Esteri Nabil Fahmy: (l’eventuale) “partecipazione politica sarà aperta a tutti gli egiziani che si uniformeranno alla legge”#Egypt FM Nabil Fahmy: [eventual] political participation will be open to all Egyptians who abide within the framework of the law…
  • Il ministro degli Esteri egiziano Nabil Fahmy in conferenza stampa: “Continueremo a mantenere un atteggiamento di auto-contenimento”#Egypt Foreign Minister Nabil Fahmy speaking at a press conference now. Says ‘we will continue to maintain self restraint’ @AJEnglish
  • Ue rivedrà relazioni con Egitto e adotterà “misure”. L’Unione Europea rivedrà le sue relazioni con l’Egitto nei prossimi giorni. In un comunicato, il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e il presidente della Commissione Jose Manuel Barroso hanno fatto appello a tutte le parti coinvolte di mostrare moderazione e prevenire ulteriori escalation di violenza. “Assieme agli Stati membri, la Ue adotterà misure mirate a raggiungere tale obiettivo”, si legge nel documento.
    da Paolo Gallori 10.24
  • Violence in #Egypt must end immediately. No alternative to dialogue. EU will review relations t.co
  • Conferenza stampa Ministero Esteri #Egypt , si mostrano ai giornalisti teneri gesti dei soldati verso i civili e video di civili armati.
  • In un messaggio apparso sulla pagina Facebook del partito “Libertà e giustizia”, braccio politico della Fratellanza Musulmana, il programma delle marce di protesta previste oggi al Cairo. I manifestanti muoveranno dalle moschee verso la Corte costituzionale e piazza Roxy

    Pro-Morsi marches today in Cairo: SSC in Maadi and Roxy square in Heliopolis chosen destinations. #Egypt pic.twitter.com/lGxp7kyyjF

  • Gb, Hague condanna violenze e uso sproporzionato della forza. Il ministro degli Esteri britannico, William Hague, ha avuto ieri sera un colloquio telefonico con l’omologo egiziano sulle “tragiche violenze e la perdita di vite umane degli ultimi giorni” in Egitto e ha espresso, da parte del Regno Unito, la “condanna di tutti gli atti di violenza, cioè sia dell’uso sproporzionato della forza delle forze di sicurezza sia delle azioni violente compiute da alcuni dimostranti”. Lo riferisce in una nota un portavoce del Foreign Office. I due hanno inoltre discusso dei recenti attacchi a luoghi di culto e Hague ha affermato che “gli attacchi a moschee e chiese sono inaccettabili e i luoghi di preghiera devono essere protetti”. Il segretario britannico agli Esteri ha inoltre ricordato l’impegno per una roadmap politica preso dal governo egiziano il 4 luglio, cioè il giorno dopo la destituzione di Mohammed Morsi, che prevedeva il dialogo fra le parti. Hague ha sottolineato la “necessità di passi urgenti da tutte le parti per porre fine alle violenze e permettere il ritorno del dialogo”, ribadendo inoltre la “determinazione dell’Ue a sostenere una risoluzione pacifica della situazione”.
    daVideoTV49.48
  • Annunciata grande manifestazione al Cairo. L’Alleanza delle formazioni pro-Morsi ha annunciato una nuova grande manifestazione oggi al Cairo, davanti alla sede della Corte costituzionale. Diversi cortei si dirigeranno verso l’Alta Corte intorno alle ore 16.
    daVideoTV49.45
  • Governo contro Al Jazeera. Il governo egiziano attacca il network Al Jazeera: “Ogni giorno dimostrano quanto sia non professionale la loro copertura” degli eventi del Paese, stigmatizza un tweet dell’account ufficiale. Al Jazeera da settimane garantisce un copertura a tappeto dei pro-Morsi. Oggi è prevista una nuova riunione dell’esecutivo: sul tavolo la proposta del premier Hasem Beblawi di sciogliere i Fratelli musulmani.
    daVideoTV49.44
  • La Fratellanza musulmana chiama a nuove manifestazioni 
    Il movimento islamista ha lanciato un appello a scendere di nuovo in piazza nel pomeriggio contro il “colpo di stato”
    daVideoTV46.14
  • Ban Ki-moon condanna ogni violenza
    Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban ki-Moon ha condannato sia le “violente proteste” dei Fratelli musulmani sia “l’eccessivo uso della forza da parte delle autorità in Egitto” e ha invitato alla “massima moderazione e a passare immediatamente a una de-escalation”. “L’orologio politico va solo avanti e non indietro”, si legge nella nota che sembra respingere la richiesta della Fratellanza di riportare alla presidenza Mohammed Morsi
L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com