Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Ultime Notizie » Egitto, el-Baradei accusato di tradimento. Dal Golfo, miliardi di dollari di investimenti
Cerca la tua anima gemella
Egitto, el-Baradei accusato di tradimento. Dal Golfo, miliardi di dollari di investimenti

Egitto, el-Baradei accusato di tradimento. Dal Golfo, miliardi di dollari di investimenti

L CAIRO - Il pugno di ferro dell’esercito egiziano non colpisce solo i Fratelli Musulmani e le migliaia di manifestanti pro-Morsi: l’ex vicepresidente Mohammed el-Baradei è stato formalmente accusato di tradimento e verrà processato per le sue dimissioni. Dimissioni che erano arrivate in disaccordo con la decisione di intervenire con la forza – facendo un bagno …

Review Overview

0%

VidepTV4

Summary : Prende sempre più corpo la svolta autoritaria dell'esercito: l'ex vicepresidente dovrà comparire in tribunale per le sue dimissioni. Ma ha già lasciato il Paese, è a Vienna. Nuovi arresti. Il governo annuncia una spinta all'economia con fondi in arrivo da altri stati arabi

0

Da sinistra: l’ex vicepresidente el-Baradei, il presidente ad interim Adly Mansour, il premier Hazem el-Beblawy (afp)

L CAIRO - Il pugno di ferro dell’esercito egiziano non colpisce solo i Fratelli Musulmani e le migliaia di manifestanti pro-Morsi: l’ex vicepresidente Mohammed el-Baradei è stato formalmente accusato di tradimento e verrà processato per le sue dimissioni. Dimissioni che erano arrivate in disaccordo con la decisione di intervenire con la forza – facendo un bagno di sangue - contro i manifestanti in piazza Rabaa e Nadha.

Un ‘colpo basso’ per l’ala riformista e liberale del fronte anti-Morsi. Le accuse mosse contro il premio Nobel per la pace sono state depositate da un professore di diritto presso l’università di Helwan del Cairo. El-Baradei, secondo fonti giudiziarie, dovrà comparire in tribunale il prossimo 19 settembre, anche se di fatto ha lasciato l’Egitto due giorni fa alla volta di Vienna.

Un altro smacco all’ala moderata della rivolta anti-Morsi è il fermo, all’aeroporto del Cairo, di Hazem Abdel Azim, uno dei simboli dell’attivismo giovanile.

Ma dopo l’arresto di Mohammed Badie, l’esercito continua i fermi contro i dirigenti dei Fratelli Musulmani. Stamani a Mersa Matruh, al confine con la Libia, è stato arrestato anche Safwat Hegazy, imam salafita e predicatore televisivo, sostenitore di Morsi, ricercato da oltre un mese: a quanto pare, stava cercando di passare la frontiera vestito da donna. Hegazy è stato trasferito al Cairo per essere interrogato. In manette è finito poi Murad Ali, portavoce dell’Fjp, braccio politico della Fratellanza: voleva imbarcarsi per Roma dopo essersi tagliato la barba e indossato dei jeans.

E mentre sembra che le proteste di piazza della Fratellanza si stiano placando, anche perché il movimentoha subito molte e importanti perdite, con la morte di migliaia di membri e l’arresto dei suoi leader, il nuovo Egitto dell’esercito pensa a cosa fare per risollevare le sorti di un Paese diviso ed economicamente in crisi. Il ministro delle Finanze Ahmed Galal ha annunciato che il governo non alzerà le tasse né taglierà la spesa: l’obiettivo è inondare il Paese con i miliardi di dollari in arrivo dagli stati arabi del Golfo per dare vita a nuovi investimenti.

L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com