Ultime Notizie
Ti trovi qui: Home » Ultime Notizie » Siria, Obama convoca consiglieri militari. “Ma intervento solo con mandato Onu
Cerca la tua anima gemella

Siria, Obama convoca consiglieri militari. “Ma intervento solo con mandato Onu

 Barack Obama nel fine settimana incontrerà i principali consiglieri alla sicurezza per valutare tutte le opzioni sul caso Siria, intervento militare compreso, dopo la denuncia da parte dei ribelli di massacri perpetrati dal regime di Assad usando armi chimiche.
In una intervista alla Cnn il presidente americano aveva avvertito che un intervento  potrà avvenire solo se …

Review Overview

VideoTV4

Summary : Il presidente americano incontra nel fine settimana i suoi consiglieri alla sicurezza per valutare tutte le opzioni per il caso siriano - compreso un attacco militare - dopo la denuncia dei ribelli dell'uso di gas nervino da parte di Assad. L'amministrazione Usa è divisa sulle varie opzioni. Obama ha detto di volere un mandato Onu in caso di attacco, ma alcuni nella sua Amministrazione pensano al precedente del Kosovo per evitare ostacolo Nazioni Unite

0

 Barack Obama nel fine settimana incontrerà i principali consiglieri alla sicurezza per valutare tutte le opzioni sul caso Siria, intervento militare compreso, dopo la denuncia da parte dei ribelli di massacri perpetrati dal regime di Assad usando armi chimiche.

In una intervista alla Cnn il presidente americano aveva avvertito che un intervento  potrà avvenire solo se ci sarà un mandato delle Nazioni Unite. Ma all’Onu finora la Russia, membro permanente del Consiglio di Sicurezza, ha sempre sostenuto il regime di Assad. Secondo il New York Times, l’amministrazione Obama è “profondamente divisa”  al suo interno riguardo a eventuali azioni militari contro il presidente siriano Bashar al-Assad. Sempre secondo il quotidiano americano alcuni membri dell’amministrazione Obama stanno studiando il caso del Kosovo come “possibile” piano “per un’azione senza il mandato delle Nazioni Unite”.

“Con la Russia che probabilmente metterebbe il proprio veto in Consiglio di Sicurezza” l’amministrazione potrebbe valutare se bypassare l’Onu sulla Siria. Il Kosovo è un precedente “ovvio per Obama perchè, come in Siria, civili sono stati uccisi e la Russia aveva legami di lunga durata con le autorità di governo accusate degli abusi. Nel 1999 il presidente Bill Clinton aveva usato l’appoggio della Nato e il fondamento logico di tutelare una popolazione vulnerabile per giustificare 78 giorni di incursioni aeree”. Secondo quanto riferito da rappresentanti dell’amministrazione il Kosovo è stato uno dei temi discussi durante gli incontri alla Casa Bianca sulla Siria.

Tra le opzioni sul tavolo degli analisti della Casa Bianca c’è comunque solo un’azione di con aerei e/o missili, mentre è escluso un intervento di terra. La Marina americana ha annunciato che rafforzerà la propria presenza nel Mediterraneo a causa della situazione siriana. In arrivo la nave da guerra USS Mahan che porterà a quattro le navi in grado di lanciare missili contro la Siria.

Il segretario alla Difesa statunitense Chuck Hagel ha rimarcato che gli Stati Uniti stanno muovendo le forze navali per essere pronti a qualsiasi decisione del presidente Obama. “Il Dipartimento della Difesa ha la responsabilità di fornire al presidente la possibilità di scegliere qualsiasi alternativa” ha detto Hagel ai giornalisti in viaggio con lui verso la Malesia.

Giovedì scorso il Pentagono, il Dipartimento di Stato e le agenzie di intelligence hanno avuto un incontro di oltre tre ore e mezzo alla Casa Bianca, per decidere sulle varie opzioni. La riunione si è chiusa senza una decisione.

L’InfoPOINT SARDEGNA e l’InfoPOINT ARBATAX-TORTOLI’

About Marius_SEO

Scroll To Top
Contattaci

Hey, non siamo in giro, ma ci possiamo inviare un messaggio

Powered by WP Robot

shared on wplocker.com