La domanda è: perché si sono preoccupati così tanto?

ASSENZA di prove non è prova di assenza. Il valore di questo aforisma è stato appena dimostrato da una scoperta fatta a Qa ‘Shubayqa, nella Giordania nord-orientale. Amaia Arranz-Otaegui dell’Università di Copenaghen e i suoi colleghi hanno trovato pangrattato in due antichi camini lì. Non così insolite come le scoperte archeologiche, tranne che questi caminetti avevano tra i 14.200 e i 14.400 anni. Le pagnotte da cui provenivano le briciole venivano così cotte più di 4000 anni prima dell’inizio dell’agricoltura.

Il fatto che il pane fosse coevo con l’allevamento di cereali era un’idea facile da accettare in assenza di prove contrarie, come è avvenuto fino alla pubblicazione della scoperta del dottor Arranz-Otaegui negli Atti della National Academy of Sciences. Prima di esso, la più antica testimonianza della panificazione risale a 9.100 anni fa, in Anatolia.

http://mezzogiorno.altervista.org/blog/2019/10/09/ustv-????????-android-tablet-smarttv-no-ads-cleaned/
Working for life!
Vivideo